Domanda:
Come puoi navigare / determinare la tua posizione in una fitta nebbia?
berry120
2012-01-25 04:15:17 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Ci sono buoni suggerimenti, suggerimenti e modi che puoi utilizzare per navigare e trovare la tua posizione in una fitta nebbia (a parte un GPS)?

Una buona cosa sarebbe trovare una posizione alta sopra la nebbia.
A volte puoi chiave sul vento.
@Roflcoptr vorresti davvero andare più in alto? Sarebbe più caduto se camminassi da un dirupo nella nebbia.
Navigazione terrestre o nautica?
Nove risposte:
#1
+25
Hartley Brody
2012-01-25 05:28:28 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Con la nebbia, l'unica cosa che stai perdendo è visibilità estesa . Questo non dovrebbe vanificare troppo il tuo piano, a meno che tu non stia navigando guardando punti di riferimento lontani.

Se eri su un sentiero, rimani su di esso. Non c'è bisogno di girovagare. Se non riesci a vedere nulla e viaggiare sta diventando pericoloso o non sei sicuro di dove stai andando, fermati e aspetta che la nebbia si sollevi.

Se si sta facendo buio, potresti doverlo fare campo di preparazione. Spero che tu abbia un kit di emergenza!

In definitiva è un giudizio. Se pensi di poter continuare a marciare senza perderti, non preoccuparti per la nebbia. Ma se la nebbia è troppo fitta, fermati e aspetta che si spenga. Ricorda, la pazienza è una virtù :)

Inoltre, monitora la velocità di viaggio durante le escursioni esaminando i punti di riferimento nelle vicinanze (es. Torrenti, fiumi, lavaggi). In combinazione con una direzione di marcia e utilizzando i corrimano, generalmente non è necessaria la visibilità a lunga distanza.
Fermati e aspetta è un consiglio così eccellente ogni volta che ti senti perso!
@Russell, ma fermati e * pensa * potrebbe essere meglio!
@Roddy - Dipende dallo stato mentale delle persone. È abbastanza spesso che fermarsi e rilassarsi sia in realtà più importante che fermarsi e pensare. Perso, nello stato mentale sbagliato, il pensiero è una spirale di panico discendente.
@Russell. Sono totalmente d'accordo, ma "aspetta" potrebbe essere la parola sbagliata in quanto implica che stai solo aspettando che le fate del tempo agitino una bacchetta ... Fermati, getta uno strato extra, rilassati, bevi una birra e poi tirati fuori la mappa...
@Roddy - Capisco il tuo punto :)
Attenzione anche agli incroci, anche sui sentieri. Se si segue un lato del sentiero e si arriva a un bivio, è possibile imboccare il bivio su quel lato anche se si intendeva proseguire dritto. Questo è successo a un mio amico su una vecchia linea ferroviaria nella nebbia e avevano percorso diversi chilometri prima di rendersi conto dell'errore.
#2
+20
Chris
2012-01-25 06:01:11 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Se devi camminare su una bussola in condizioni di scarsa visibilità, resta fermo e manda qualcuno davanti a te sulla direzione corretta per una certa distanza (probabilmente per quanto puoi vedere). Falli stare fermi, quindi cammina verso di loro. Ripetere. È lento, ma camminerai con la direzione corretta e più preciso che tenere semplicemente la bussola davanti a te.

La ricerca della posizione è un po 'più complicata: immagino di non perderti nel primo il posto è l'idea migliore! Cerca gli elementi che potrebbero essere visibili sulla mappa o gli elementi identificabili che incontri mentre cammini. Se pensi di sapere approssimativamente dove ti trovi, vai a un elemento, come uno stream, e se non lo trovi, devi rivalutare.

Mi piace la tua tecnica per seguire un rilevamento nel primo paragrafo, ma direi che non dovresti semplicemente girovagare per cercare di trovare punti di riferimento - non sai mai dove finirai e probabilmente esacerberai il problema.
La tecnica di avere qualcuno che cammina davanti funziona anche in condizioni di neve o di bianco. Puoi variare leggermente la tecnica facendo camminare il tuo amico in una linea ondulata e usare le sue impronte per avvistare, questo significa che il tuo amico non ha bisogno di fermarsi e puoi fare progressi migliori. Tuttavia, devi essere a distanza di urlo.
@HartleyBrody mi dispiace di averlo formulato male, volevo dire che dovresti valutare le cose sulla tua mappa che ti aspetteresti di vedere entro i prossimi X minuti di cammino, e se non le vedi allora non sei dove pensi tu eri.
L'invio di qualcuno davanti come indicatore è necessario solo in paesaggi informi come un campo di neve in un bianco-out. È lento e noioso e dovrebbe essere usato solo quando non ci sono alternative. Se stai camminando da solo in quella situazione, potresti dover ricorrere a lanciare palle di neve o sassi avanti e orientarti verso quelli. Ma è molto più comune essere in grado di prendere posizione su una roccia, un albero o un altro elemento, mantenendo l'intero gruppo in movimento insieme.
#3
+10
Graham
2012-01-26 21:00:20 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Il ritmo e il tempo possono essere utilizzati per aiutare la navigazione in condizioni di scarsa visibilità. Entrambi i metodi migliorano man mano che acquisisci esperienza praticando il ritmo e il cronometraggio su diversi terreni.

  • Stimolazione contando i passi (i grani sul cordino della bussola o un contatore meccanico ti aiuteranno a evitare di perdere il conteggio) per stimare la distanza viaggiato da una località nota.
  • Tempistica basata, ad esempio, sulla Regola di Naismith per stimare la distanza da una località nota.

Potresti usa anche una corda di lunghezza nota per misurare la distanza.

Un ottimo esempio è navigare in sicurezza dalla vetta del Ben Nevis, che richiede di seguire un rilevamento di 231 gradi per 150 metri, quindi seguendo un rilevamento di 282 gradi.

+1: la navigazione notturna / nebbia richiede una mappa, una bussola e una grande abilità. Anche la pratica rende perfetti, quindi assicurati di provare durante il giorno / buona visibilità.
#4
+8
Roddy
2012-05-08 20:44:47 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Ci sono un sacco di mappe standard e tecniche di bussola che puoi usare senza un GPS.

Se conosci la tua posizione prima che scenda la nebbia, allora non sei perso, semplicemente non puoi vedere finora. Cambia la tua strategia di navigazione per avere gambe più corte e scegli punti di graduazione che saranno all'interno della tua visione. Prestare particolare attenzione ai cambiamenti nella direzione del sentiero e all'interpretazione del profilo. Se hai un buon corrimano (sentiero / fiume / recinzione) usalo anche tu.

Se ti sei "perso" e hai bisogno di riposizionarti, inizia guardandoti intorno. Sei vicino a un sentiero o ruscello e, in tal caso, in che direzione sta andando. Cosa ci fa il terreno intorno a te. In particolare, in montagna, qual è l'aspetto della pendenza? (cioè qual è il rilevamento della bussola della "linea di caduta"). Se hai un orologio altimetro (impostato correttamente!) Che può aiutarti a ridurre anche le possibilità.

Se sei fortunato questo sarà sufficiente per darti una soluzione definitiva (o abbastanza indizi per dirti in che modo andare, anche se non sei sicuro al 100% della posizione.

Ma spesso, non ci sono abbastanza indizi definitivi in ​​vista per fissare la tua posizione. Se è così, è ora di muoversi! Non lontano - forse 100 m circa. Scegli la direzione in cui muoverti in base alle tue precedenti ipotesi (ad esempio, scegli le direzioni in cui la presenza / assenza di particolari caratteristiche attese lungo il percorso restringerà le possibilità) ed ovviamente evita le direzioni che potrebbero portarti vicino a ripidi dislivelli. Aggiungi gli indizi dalla tua nuova posizione a quelli di quella vecchia. Ripeti, se necessario.

Ci sono un sacco di libri sulla navigazione. Il mio preferito è questo: Ultimate Navigation Manual.

Amo questa risposta. Non avevo mai nemmeno sentito parlare di "funzione corrimano", prima, e ho imparato da questo.
+1 per il libro Brotherton. Se non è lì, probabilmente non ne hai bisogno!
#5
+7
Lagerbaer
2012-01-25 05:21:24 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Questo dipende ovviamente dagli strumenti che hai e dalla tua situazione generale.

Ad esempio, se sai di essere su un certo percorso e hai una bussola, e se sei su un pendio, puoi provare a capire la direzione del pendio e confrontarlo con le pendenze lungo il percorso su cui ti trovi utilizzando la tua mappa topografica.

#6
+5
mjrider
2012-01-25 06:10:05 UTC
view on stackexchange narkive permalink

secondo il manuale di boyscout puoi usare il muschio (a quanto pare di solito / cresce sempre sul lato nord dell'albero ...)

Si ritiene generalmente che nel nord latitudini, il lato nord degli alberi e delle rocce avrà generalmente una crescita del muschio più rigogliosa in media rispetto agli altri lati. Si presume che ciò sia dovuto al fatto che il sole sul lato sud crea un ambiente secco. A sud dell'equatore sarebbe vero il contrario. Tuttavia, i naturalisti ritengono che i muschi crescano sul lato più umido di alberi e rocce. [3] In alcuni casi, come i climi soleggiati nelle latitudini settentrionali temperate, questo sarà il lato nord ombreggiato dell'albero o della roccia. Su pendii ripidi può essere il lato in salita. Per i muschi che crescono sui rami degli alberi, questo è generalmente il lato superiore del ramo su sezioni che crescono orizzontalmente o vicino al cavallo. In climi freddi e umidi, tutti i lati dei tronchi e delle rocce possono essere sufficientemente umidi per i muschi. E diverse specie di muschi hanno requisiti di umidità e sole diversi, quindi crescono su diverse sezioni dello stesso albero o roccia.

Pagina di Wikipedia su Moss

Ora che non lo sapevo. Si impara qualcosa di nuovo ogni giorno!
Questo è un po 'incostante, di certo non ci farei affidamento in una situazione difficile. Il motto dello scout è "Sii preparato", quindi dovresti * davvero * avere una mappa e una bussola.
assolutamente corretto ma in un pizzico ...
..E le antenne paraboliche 'crescono' sui lati sud delle case (nell'emisfero settentrionale, comunque)
Questo non è un modo molto affidabile per determinare la direzione in realtà. È _usually_, _sometimes_ true, ma non sempre. Suppongo che se non avessi assolutamente altro modo per determinare la direzione, allora userei questo metodo.
Oggi ho provato a dirigermi a nord seguendo il muschio (quello che c'era - la maggior parte degli alberi non ne aveva). Secondo la mia bussola, ho viaggiato generalmente in direzione nord-ovest, anche se a un certo punto mi stavo dirigendo quasi verso sud. Suppongo che se sei disperato, potresti provare questo, anche se probabilmente faresti meglio ad aspettare che il sole spunti, o sperare che arrivi qualcuno con una bussola.
Ricorda che questo è nella nebbia. Se non sei già sicuro della tua posizione e della tua direzione, usare un metodo inaffidabile come il muschio per determinare la direzione potrebbe farti perdere di più. Se questo è ciò a cui devi ricorrere, prenderei in considerazione di aspettare che la nebbia si sollevi, anche se fosse un giorno o due, e anche se non avessi da mangiare.
#7
+2
Marcle UK
2015-12-18 04:31:49 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Nel Regno Unito il vento prevalente soffia da sud-ovest e alberi / cespugli crescono lontano dal vento, quindi supponendo che si possa vedere un albero dovrebbe essere facile determinare gli altri punti cardinali. In altre parti del mondo sarebbe opportuno determinare la direzione del vento prevalente prima di partire.

Suona bene quando il vento è deterministico. Ma fai attenzione a determinare la direzione del vento nella tua zona e supponendo che in seguito sarà un indicatore di direzione affidabile: nella mia zona, possiamo ottenere venti che soffiano in una direzione una volta, quindi soffiano nella direzione opposta in seguito, e questo non è minore anche su piccola scala. Riceviamo tempeste che arrivano da direzioni opposte (non contemporaneamente però). Se lo usi, assicurati di conoscere bene la zona.
Secondo punto, ho appena notato un commento di imsodin su un'altra risposta che suggerisce che di solito non è sia nebbioso che ventoso. Non me ne sono mai accorto, ma intuitivamente ha senso poiché il vento spazza via la nebbia.
#8
+1
Chris Johns
2016-04-12 02:00:32 UTC
view on stackexchange narkive permalink

In condizioni di scarsa visibilità è necessario ricorrere alle tecniche di navigazione di base della resa dei conti e a qualsiasi elemento del terreno che puoi ancora identificare e seguire positivamente.

La resa dei conti implicava tenere traccia della direzione in cui si cammina e di quanto si cammina. Con la pratica questo può essere ragionevolmente accurato, specialmente se puoi aumentare con suggerimenti dal terreno, ad esempio se stai andando in salita o in discesa. Tuttavia il problema è che anche con grande attenzione è facile che gli errori si accumulino e il terreno difficile può rendere molto difficile la stima della distanza.

Puoi compensare questo in una certa misura rimanendo prudente nella navigazione, ad esempio prendendo un percorso facile da seguire piuttosto che il più veloce o diretto. Ad esempio seguendo una cresta, un ruscello o un limite del bosco.

Allo stesso modo, se stai mirando a un punto su un elemento lineare, ad esempio un ponte su un fiume, è più sicuro "mirare fuori". Ad esempio, se sai che c'è un ponte a nord di te che attraversa un fiume che scorre da est a ovest, piuttosto che prendere una direzione verso nord, punta verso est con un buon margine in modo da sapere con certezza che quando colpisci il fiume devi andare a ovest per trovare il ponte.

Un altro punto chiave è che se sembra che il tempo si stia avvicinando, quello è il punto in cui fermarsi e assicurarsi assolutamente di sapere dove ti trovi e ricontrollarlo. A questo punto, prendi una decisione se continuare sul percorso pianificato, fermarti, tornare indietro, trovare un percorso alternativo o dirigersi verso un luogo raggiungibile per aspettare il maltempo.

Se conosci la tua posizione esatta quando la visibilità diventa scarsa (cosa che dovresti), pensa attentamente allo scenario peggiore in cui perdersi gravemente cadendo da un dirupo o inciampare in una palude sarà peggio di un notte non pianificata su una collina.

#9
-1
tushar
2012-02-03 21:48:17 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Se conosci il vento, questo potrebbe aiutarti. Ad esempio, un vento da nord soffia da nord a sud, allo stesso modo un vento da est è un vento che proviene da est e soffia a ovest e così via.

Questo sembra presupposto conoscendo già la direzione. Se sono perso in una nebbia e come posso determinare la direzione del vento (cioè, est) senza già conoscere la direzione (a che punto, perché dovrei aver bisogno di vento per dare direzione?). Spiega di più come utilizzare questo metodo.
commento di un utente anonimo dalla modifica: Il problema è che in una fitta nebbia di solito non c'è vento


Questa domanda e risposta è stata tradotta automaticamente dalla lingua inglese. Il contenuto originale è disponibile su stackexchange, che ringraziamo per la licenza cc by-sa 3.0 con cui è distribuito.
Loading...